Notizie Giuridiche

Istamina nelle acciughe di Eurospin. Il Ministero ordina il ritiro.

La vendita di alimenti contraffatti o nocivi costituisce reato. Va ritirato dal mercato un lotto di acciughe contaminate da istamina.

istamina acciughe
Un barattolo di filetti di acciughe Athena


Il Ministero della Salute ha ordinato il ritiro dal mercato di un lotto di vasetti di acciughe commercializzate dalla nota catena di supermercati Eurospin, (Lotto: SK343A con scadenza 8/06/2018)

Il prodotto, commercializzato con il marchio Atena e confezionato in Marocco (Agadir), potrebbe contenere un elevata concentrazione di istamina, nociva per la salute umana in dosi superiori al normale.

La commercializzazione di sostanze e cibi adulterati contraffatti in modo da causare pericolo per la salute pubblica costituisce un reato previsto e punito dall’articolo 442 del codice penale (Commercio di sostanze alimentari contraffatte).

La pena prevista per questo reato e la reclusione da tre a 10 anni.



La legge non punisce soltanto chi produce cibo adulterato contraffatto, ma anche chi lo detiene per il commercio o lo distribuisce per il consumo. Non è necessario che il cibo sia effettivamente adulterato o contraffatto, essendo sufficiente che il prodotto, pronto per il consumo, sia pericoloso per la salute pubblica.

In questo caso si parla di commercio di sostanze alimentari nocive, previsto e punito dall’articolo 444 del codice penale con la pena della reclusione da sei mesi a tre anni e con una multa.

Qualora il consumatore ha diritto a restituire la merce acquistata ed ottenere il rimborso del prezzo. Se dal consumo di questi alimenti derivi un danno, spetterà anche un risarcimento economico commisurato all’entità del danno subìto



Gli effetti dell’intossicazione da istamina consistono in nausea, diarrea, vomito, cefalea e manifestazioni di prurito che compaiono rapidamente (in genere entro 20-30 minuti dall’assunzione del prodotto e si risolvono nell’arco di 24 ore.

Fonte: Webzine Sanità Pubblica Veterinaria®

 

 

 

Tags

Fabrizio Gareggia

Avvocato iscritto all'Ordine degli Avvocati di Perugia - Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli Studi di Perugia con una tesi in Diritto del Lavoro sul tema "Il principio di non contestazione nel processo del lavoro - Cass. SSUU 761/2002". Esercita la professione legale nel proprio studio sito in Bastia Umbra (PG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ricevi ogni giorno le notizie più importanti

 

Comodamente su Messenger.

Il servizio è gratuito e puoi cancellarti quando vuoi.

Solo le informazioni che contano, niente pubblicità.