Notizie Giuridiche

Furbetto del cartellino licenziato grazie ad un whistleblower

Timbrava e poi usciva dal lavoro: licenziata grazie alla segnalazione di un collega.

dipendente-comune-roma-licenziata
Whistleblowing: cade la prima testa, una dipendente del Comune di Roma

Tempi duri per i furbetti del cartellino. Il 15 novembre scorso, infatti, è stata approvata la legge che tutela chi denuncia atti illeciti o episodi di corruzione sul luogo di lavoro.

A farne le spese una dipendente del Comune di Roma, guarda caso proprio addetta all’ufficio Anticorruzione, che è stata denunciata da una collega in quanto si assentava dal lavoro subito dopo aver timbrato il cartellino.

La donna si sarebbe macchiata di aver lasciato senza alcuna giustificazione il luogo di lavoro per 11 volte.

Secondo il verbale della Polizia Municipale la donna sarebbe stata notata mentre stazionava sulla terrazza posta sopra l’accesso principale del dipartimento in via Petroselli, impegnata a fumare o in conversazioni telefoniche.

Il legale della donna dichiara:

Questo licenziamento, effettivo da oggi, è illegittimo e prematuro perché anticipa un giudizio che dovrebbe venire prima dall’autorità penale. E poi questa denuncia è altamente discriminante perché nasce da una soffiata di un collega che fa sì che questa donna sia un capro espiatorio. Di fatto anche altri mettevano in pratica lo stesso comportamento della mia assistita, eppure lavorano ancora. Avv. Giuseppe Pio Torcicollo

Secondo la prospettazione del collega che assiste la dipendente licenziata, insomma, il malcostume di assentarsi dal luogo di lavoro sarebbe molto diffuso al Comune di Roma, tanto che sarebbe discriminatorio licenziare una sola dipendente assenteista (!) lasciando al loro posto gli altri.

Tags

Fabrizio Gareggia

Avvocato iscritto all'Ordine degli Avvocati di Perugia - Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli Studi di Perugia con una tesi in Diritto del Lavoro sul tema "Il principio di non contestazione nel processo del lavoro - Cass. SSUU 761/2002". Esercita la professione legale nel proprio studio sito in Bastia Umbra (PG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ricevi ogni giorno le notizie più importanti

 

Comodamente su Messenger.

Il servizio è gratuito e puoi cancellarti quando vuoi.

Solo le informazioni che contano, niente pubblicità.