Notizie Giuridiche

Divulgazione di messaggi privati su Whatsapp. Si può fare?

AVVOCATO RISPONDE

AVVOCATO RISPONDE
Sono stata fidanzata per un anno con un ragazzo, ma nel frattempo mi sono vista alcune volte anche con il mio ex ragazzo del quale ero e sono ancora innamorata.

Dopo aver concluso la relazione il mio ex ragazzo (quello con cui mi vedevo segretamente) si è arrabbiato con me e non vuole più vedermi in quanto sostiene che io lo avrei insultato su whatsapp nei messaggi che mi scambiavo con il mio “ragazzo ufficiale”.

Credo che quei messaggi (io non ricordo di averli scritti, ma è possibile, perché agli inizi ero molto arrabbiata con lui) li abbia inviati il mio ultimo ragazzo per ripicca, o direttamente o tramite suoi amici.

Sono molto arrabbiata e voglio togliermi la soddisfazione di inchiodare quel vigliacco. Come posso fare?

Buongiorno.

La diffusione di messaggi elettronici privati è permessa solo se c’è il consenso dell’altra parte. Quindi lei avrebbe dovuto preventivamente autorizzare il suo ex a diffondere il contenuto delle chat di whatsapp.

Nel suo caso mi sembra evidente una violazione della privacy: tanto che i messaggi siano stati mostrati direttamente da un ragazzo all’altro, quanto che i messaggi siano stati mostrati per interposta persona.

Lei potrà senz’altro far valere i suoi diritti nei confronti del suo ultimo ragazzo, perché comunque la diffusione dei messaggi originariamente è partita da lui.

Saluti.

 

Il servizio “AVVOCATO RISPONDE” non è una consulenza legale ed ha la funzione di consentire ai visitatori del sito Diritto.tv di segnalare questioni e contenuti dei quali si ritiene opportuna la trattazione in termini generali.

Il servizio è gratuito e viene garantita la privacy dell’utente con la riformulazione del quesito e la cancellazione totale dei dati immediatamente dopo la pubblicazione della risposta.

La risposta viene pubblicata di norma entro 48 ore, ma non viene data alcuna garanzia né sui tempi né sulla pubblicazione della risposta. In ogni caso l’argomento viene trattato in termini generali: per tale motivo non viene fornita alcuna garanzia sulla correttezza della risposta in relazione alla situazione particolare dell’utente il quale si assume ogni responsabilità in ordine all’utilizzo delle informazioni ricevute tramite il sito Diritto.tv[/toggle]

Tags

Fabrizio Gareggia

Avvocato iscritto all'Ordine degli Avvocati di Perugia - Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli Studi di Perugia con una tesi in Diritto del Lavoro sul tema "Il principio di non contestazione nel processo del lavoro - Cass. SSUU 761/2002". Esercita la professione legale nel proprio studio sito in Bastia Umbra (PG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ricevi ogni giorno le notizie più importanti

 

Comodamente su Messenger.

Il servizio è gratuito e puoi cancellarti quando vuoi.

Solo le informazioni che contano, niente pubblicità.