Guide Legali

Convocazione assemblea condominio: contenuto e termini per l’invio.

La convocazione dell'assemblea di condominio va fatta secondo precise formalità di legge per quanto riguarda il contenuto dell'avviso ed il suo recapito ai condomini che hanno diritto di intervenire.

convocazione-assemblea-condominio
Convocazione assemblea condominio: contenuto e termini per l’invio.

La vita di un condominio è regolata in gran parte dalle decisioni che vengono assunte in assemblea, l’organo deputato a decidere su molti aspetti importanti che vanno dalla manutenzione straordinaria, alla gestione ed all’uso delle parti comuni e alla nomina o revoca dell’amministratore [1].

Proprio per tale motivo la legge richiede che sia data la possibilità a tutti i condomini di poter partecipare alle assemblee, prescrivendo che se non risulta che tutti siano stati invitati, l’assemblea non può deliberare validamente [2].

L’assemblea può essere convocata:

  • dall’amministratore, almeno una volta all’anno per approvare il rendiconto (assemblea ordinaria) e tutte le volte che lo si ritenga opportuno, anche su sollecitazione dei condomini (assemblea straordinaria).
  • dai condomini, a condizione che siano almeno due e rappresentino un sesto del valore dell’edificio.

L’avviso di convocazione deve contenere l’indicazione precisa del giorno, dell’ora e del luogo fissati per l’assemblea e l’ordine del giorno e va trasmesso di norma al proprietario effettivo dell’immobile: se i proprietari sono più di uno l’avviso va inviato a tutti.

Il termine entro cui deve essere comunicato l’invito a partecipare all’assemblea è di almeno 5 giorni prima della data fissata per la convocazione. L’invito deve essere effettivamente recapitato al destinatario: in caso di trasmissione a mezzo raccomandata a/r, se non è stato possibile consegnare la lettera per temporanea assenza del destinatario (o delle altre persone abilitate) la comunicazione si considera conosciuta dal condomino decorsi 10 giorni dal deposito del plico presso l’ufficio postale [3].

Note:

  1. Per un’approfondimento sulle funzioni e sulle competenze dell’assemblea si può consultare l’articolo “Assemblea di condominio: come funziona?” oppure guardare la nostra videografica.
  2. Art. 1136 cc – comma 5;
  3. Tribunale di Grosseto, Sentenza n. 683 del 11/07/2017 che fa applicazione del principio sancito da Corte di Cassazione, Sentenza n. 25791 del 14/12/2016.

 

Tags

Fabrizio Gareggia

Avvocato iscritto all'Ordine degli Avvocati di Perugia - Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli Studi di Perugia con una tesi in Diritto del Lavoro sul tema "Il principio di non contestazione nel processo del lavoro - Cass. SSUU 761/2002". Esercita la professione legale nel proprio studio sito in Bastia Umbra (PG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ricevi ogni giorno le notizie più importanti

 

Comodamente su Messenger.

Il servizio è gratuito e puoi cancellarti quando vuoi.

Solo le informazioni che contano, niente pubblicità.